Chiropratica

Da Italian WikiChiro.
Versione del 3 nov 2017 alle 04:28 di Cali12SJ (Discussione | contributi) (Formazione, licenza e regolamentazione)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

La chiropratica (dal greco cheir, mano e praxis, azione) è una professione sanitaria che si occupa della diagnosi, del trattamento e della prevenzione dei disordini del sistema neuromuscoloscheletrico e gli effetti di questi disordini nella salute generale. Vi è un'enfasi sulle tecniche manuali, compresi gli aggiustamenti articolari e/o manipolazioni con particolare riguardo alle sublussazioni. La chiropratica è la terza professione sanitaria, dopo la medicina e l'odontoiatria e, nel Nord America, è la prima professione complementare e alternativa. Negli USA, i chiropratici praticano il 90% di tutti i trattamenti manipolativi.


Ambito di intervento

I chiropratici, (conosciuti in tutte le giurisdizioni anche come dottori in chiropratica(6) o medici chiropratici, tranne che in una manciata di esse)(7) sono professionisti sanitari primari, di primo contatto e gestiscono conservativamente (primariamente ma non esclusivamente) il sistema neuromuscoloscheletrico senza l’uso di medicinali o chirurgia(1). La pratica della medicina chiropratica include un ampio spettro di metodi diagnostici che include la radiodiagnostica per immagini, valutazioni osservazionali e palpatorie, e valutazioni ortopediche e neurologiche(1). Un chiropratico può anche riferire un paziente all’opportuno specialista, o gestirlo assieme ad un altro professionista sanitario.(8) La gestione tipica di un paziente include la manipolazione spinale (SM) e altre terapie manuali alle articolazioni e ai tessuti molli, esercizi riabilitativi, promozione della salute, terapie fisiche, prescrizione di integratori alimentari e suggerimenti su stili di vita salutari.(9)

Formazione, licenza e regolamentazione

I chiropratici ottengono un diploma professionalizzante nel campo della chiropratica.(10) Nel Nord America, l’offerta formativa dei college di medicina e di chiropratica relativa alle scienze cliniche e alle scienze di base è molto simile, sia nel tipo di materie che nelle ore di insegnamento dedicate ad esse.(11) I programmi di chiropratica accreditati negli Stati Uniti richiedono ai candidati di aver svolto 90 ore a semestre di formazione universitaria di primo livello con una votazione media di 3.0 su 4.0; molti programmi richiedono di aver svolto almeno tre anni di formazione universitaria di primo livello, e molti stanno richiedendo una laurea.(12)
In Canada si richiede un minimo di tre anni di formazione universitaria di primo livello e almeno 4200 ore di formazione chiropratica a tempo pieno per l’immatricolazione ad un programma di chiropratica accreditato.(13) Ai laureati del Canadia Memorial Chiropractic College (CMCC) è riconosciuta formalmente una formazione universitaria di 7-8 anni.(14)(15)


Le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità suggeriscono tre principali percorsi formativi a tempo pieno aventi uno sbocco in DC (Doctor of Chiropractic), Doctor of Chiropractic Medicine (DCM), BSc (Bachelor of Science) o MSc (Master of Science). Oltre ai percorsi a tempo pieno, suggeriscono un programma di conversione per le persone con altra formazione sanitaria e programmi formativi limitati per quelle regioni dove non esiste una legislazione che regola la chiropratica.(1)
Dopo la laurea, prima di poter esercitare la professione in una particolare giurisdizione vi potrebbe essere la necessità di sostenere degli esami statali, nazionali o provinciali. (16)(17) A seconda del luogo, una formazione continua potrebbe essere necessaria per rinnovare tale licenza.(18)(19) È disponibile una formazione specialistica attraverso programmi part-time come ortopedia chiropratica e chiropratica dello sport, o attraverso programmi a tempo pieno come radiologia o ortopedia.(20)


La chiropratica si è stabilita negli Stati Uniti, in Canada e in Australia, ed è presente in misura minore in molte altre nazioni.(21) Negli Stati Uniti, le scuole di chiropratica sono accreditate attraverso il Council on Chiropractic Education (CCE) mentre il General Chiropractic Council (GCC) è l’organo governativo responsabile della regolamentazione della chiropratica nel Regno Unito.(22)(23) Il CCE statunitense richiede un curriculum misto, vale a dire che un chiropratico puro potrebbe non poter ottenere la licenza negli stati che richiedono l’accreditamento CCE. (24) CCE negli Stati Uniti, in Canada, Australia e Europa si sono uniti a formare CCE-International (CCE-I) come modello di standard di accreditamento con l’obiettivo di avere credenziali applicabili internazionalmente. (25)


Oggi, ci sono 18 curricula Doctor of Chiropractic accreditati negli Stati Uniti,(26) 2 in Canada, (27) 6 in Asia e Oceania, (28) e 5 in Europa. (29) Tutti i college tranne uno, negli Stati Uniti, sono finanziati privatamente, ma in alcune altre nazioni sono università e college patrocinati dal governo. (30) Dei due college in Canada, uno è finanziato pubblicamente (UQTR) e uno è finanziato privatamente (CMCC). Nel 2005, al CMCC è stato accordato il privilegio di offrire una laurea sanitaria professionalizzante ai sensi della “[Post-secondary Education Choice and Excellence Act]” Legge per la formazione post-universitaria e per l’eccellenza, che ha incluso il programma nella gerarchia della fomazione accademia paragonabile a altre professioni sanitarie primarie come Medicina, Odontoiatria e Oculistica. (14)(15) I curricula di chiropratica negli Stati Uniti sono stati criticati di non raggiungere gli standard generalmente accettati di medicina basata sulle evidenze. (31)
Le commissioni che regolamentano i college e la chiropratica negli Stati Uniti, Canada, Messico e Australia sono responsabili di proteggere il pubblico, di determinare gli standard operativi, gestire i provvedimenti disciplinari, assicurare la qualità e mantenere la competenza. (32)(33) Le stime indicano 49.000 chiropratici negli Stati Uniti (2008), (34) 6.500 in Canada (2010), (35) 2.500 in Australia (2000), (36) e 1.500 nel Regno Unito (2000). (37)

Procedure di diagnosi e trattamento

Una delle aree di maggior interesse e competenza dei chiropratici è la valutazione del sistema neuromuscoloscheletrico con particolare attenzione alle articolazioni della colonna vertebrale e delle estremità. Oltre ai test neurologici, ortopedici, radiografici e di laboratorio, uno degli aspetti unici che rientra nelle cure chiropratiche è l’esame clinico chiropratico, ovvero la palpazione manuale delle articolazioni e dei tessuti molli al fine di verificarne l’integrità strutturale e funzionale. Le terapie/tecniche manuali costituiscono le modalità più comuni con cui i trattamenti vengono applicati nella pratica clinica chiropratica, sebbene siano usate anche delle terapie aggiuntive. La terapia manuale consiste di procedure attraverso le quali le mani si pongono in diretto contatto con il corpo per trattarne le articolazioni e i tessuti molli. La terapia manipolativa spinale è la procedura applicata nella pratica clinica chiropratica per definizione. La terapia manipolativa spinale chiropratica (CSMT) consiste nell’applicazione di un impulso ad alta velocità e bassa ampiezza alle articolazioni disfunzionali (sublussate) al fine di incrementare la funzione biomeccanica e neurologica. Negli Stati Uniti, i chiropratici applicano il 90% dei trattamenti manipolativi. (38)

Tecniche di manipolazione/aggiustamento

Metodi fisioterapeutici

Identità

Storia

Assimilazione nella medicina convenzionale

Presenza nel contesto mondiale

Accreditamento

Commissioni regolatorie

Utilizzo e tassi di soddisfazione

Basi scientifiche

Efficacia

Sicurezza

Salute pubblica

Note


Bibliografia

  • Errore script
  • Scott Haldeman, Principles and Practices of Chiropractic, Mc Graw Hill, 2004, terza edizione
  • Journal of Manipulative and Physical Therapeutics in http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymmt/home
  • Spine Journal in http://journals.lww.com/spinejournal/Pages/AbouttheJournal.aspx
  • Journal of Chiropractic Medicine in http://www.sciencedirect.com/science/journal/15563707
  • David Chapman Smith, La Professione chiropratica, edizione italiana, Castello editore, Milano 2004
  • Ignas Meerssemann, Chiropratica, in G. Giarelli R. di Sarsina B. Silvestrini, Le medicine non convenzionali in Italia, Franco Angeli, Milano 2007
  • Jean Pierre Meersseman, Chiropratica, Red edizioni, Novara 1978/2003
  • Piet Seru, Guida alla chiropratica, De Vecchi Editore, Milano 1993/1995
  • Surgical Neurology International: N.E. Epstein, C.I. Forte Esq - Medicolegal Corner Quadriplegia Following Chiropractic Manipulation 28 maggio 2013

Voci correlate

Altri progetti

Template:Interprogetto

Collegamenti esterni


Altre lingue