Daniel David Palmer

Da Italian WikiChiro.
Daniel David Palmer

Daniel David Palmer o D.D. Palmer (Marzo 7, 1845 – Ottobre 20, 1913) fu il fondatore della Chiropratica.


Biografia

Palmer nacque a Pickering (Ontario), vicino Toronto (Canada) da Katherine McVay e Thomas Palmer. All’età di venti anni si trasferì negli USA con la sua famiglia. Svolse diversi lavori, fra cui apicoltore, insegnante di scuola, proprietario gestore di supermarket e si interessò a diverse filosofie curative dei suoi giorni, come il magnetismo e lo spiritualismo. D. D. praticò il magnetismo animale nel 1880 a Burlington (Iowa) e Davenport (Iowa).

Palmer leggeva riviste di medicina e seguiva gli sviluppi che avvenivano nel mondo dell’anatomia e della fisiologia. Durante il suo lavoro di curatore magnetico a Davenport (Iowa), conobbe un custode non udente, Harvey Lillard, di cui notò un rigonfiamento nella parte posteriore del collo. Palmer ipotizzò che la sua sordità e il rigonfiamento nel collo fossero correlati, e riportò che dopo una manipolazione della colonna cervicale superiore, l'udito di Lillard fu ripristinato (1).

La cura della sordità di quell'uomo, rappresentò l'inizio della storia della Chiropratica. Le teorie di Palmer gravitavano attorno al concetto che la causa di tutte le malattie fosse da ricercare in un flusso nervoso alterato, e che una vertebra disallineata avesse un effetto sul corretto funzionamento del sistema nervoso. D. D. postulò che correggere l'allineamento delle vertebre avrebbe ristabilito uno stato di buona salute.

Palmer fondò la prima scuola basata sul suo lavoro, la Scuola di Chiropratica Palmer, a Davenport, Iowa, nel 1897. Nel 1902 la scuola laureò 15 chiropratici. Nel 1906, Palmer fu condannato sotto la nuova legge delle arti mediche dello stato dello Iowa per aver esercitato la professione medica senza licenza, e decise di andare in prigione invece di pagare una multa. Come risultato, spese 17 giorni in prigione, per poi decidere di pagare la multa. Poco dopo, vendette la scuola di chiropratica a suo figlio, B.J. Palmer. Con l'aiuto di una commissione arbitrale, l'accordo fu fissato per $2196.79, vari libri, e alcuni campioni ossei anatomici. Non appena la compravendita fu finalizzata, D.D. Palmer si trasferì nella costa occidentale, dove collaborò per la fondazione di scuole di Chiropratica in Oklahoma, California e Oregon.

La relazione con suo figlio B.J. Palmer, fu tenue e spesso conflittuale, specialmente dopo la vendita della scuola. Le successive divergenze riguardo alla direzione dell'emergente campo della Chiropratica, furono evidenti nelle scritture di D.D. Palmer (serve una citazione). B.J. fu sospettato per le circostanze della morte di D.D. Palmer. I documenti presentati alla corte indicavano che durante la parata per la festa della fondazione della scuola a Davenport nell'Agosto 1913, D. D. Palmer stava camminando a piedi e fu colpito presumibilmente da una macchina guidata da B.J.. Alcuni hanno negato che D.D. Palmer fosse stato colpito dalla macchina guidata da B.J. Palmer.

D.D. morí a Los Angeles, California il 20 Ottobre del 1913. La causa ufficiale della morte fu febbre tifoide, ma alcuni ritengono che la morte sia stata la conseguenza delle lesioni riportate durante l'incidente. La corte esonerò B. J. Palmer da ogni responsabilità sulla morte del padre.

Idea fondamentale

Lo sforzo di D. D. Palmer di attribuire ad una singola causa tutte le malattie, lo ha portato ad affermare: "una vertebra sublussata è la causa del 95% delle malattie. Il restante 5% è causato da sublussazioni di altre articolazioni diverse da quelle presenti nella colonna vertebrale."


Misticismo

D.D. Palmer era un uomo con credenze religiose personali e soggettive. Come spiritualista, affermò di aver "ricevuto la chiropratica da un altro mondo" da un medico defunto chiamato Dr. Jim Atkinson. Secondo B. J. Palmer il "padre partecipò spesso all'incontro annuale degli spiritualisti nella valle del Mississipi a Clinton (Iowa), dove ricevette i primi messaggi dal Dr. Jim Atkinson sui principi della chiropratica". Tali messaggi erano normalmente ricevuti durante delle sedute spiritiche, ma D. D. Palmer sosteneva di averli ricevuti attraverso "l'ispirazione". Nel suo libro, Il Chiropratico, D. D. Palmer descrisse la situazione: "La conoscenza e la filosofia datami dal Dr. Jim Atkinson, un essenza spirituale intelligente, insieme alla spiegazione dei fenomeni, dei princípi risolti dalle cause, effetti, forze, leggi e l'utilità, apparirono nella mia mente. Il metodo con cui ho ottenuto una spiegazione di certi fenomeni fisici, da un'intelligenza nel mondo spirituale, è conosciuto nel linguaggio biblico come "ispirazione". In grossa misura, Il Chiropratico, è stato scritto sotto questi suggerimenti."

D. D. Palmer considerava la chiropratica di natura parzialmente religiosa. In una lettera del 4 Maggio, 1911 disse: "...dobbiamo avere una mente religiosa come fondatore, come hanno fatto Cristo, Maometto, Joseph Smith Jr, Mary Baker Eddy, Martin Luther e altri che hanno fondato delle religioni. Io sono la fonte a capo. Io sono il fondatore della chiropratica nella sua scienza, nella sua arte, nella sua filosofia e nella sua fase religiosa." Nel suo libro del 1914, al primo capitolo articolò la sua visione religiosa della chiropratica: "La Morale e il compito religioso di un Chiropratico".

In questo capitolo affrontò il tema della libertà di religione ed affermò: "...nè interferire con il dovere religioso dei chiropratici, un privilegio a loro già conferito. Ora sta a noi come chiropratici affermare i nostri diritti religiosi." "La pratica della chiropratica include un obbligo morale e un dovere religioso".

Più avanti nel libro, si discosta dal nominare realmente la professione "religione della chiropratica" e discute le differenze tra una religione obiettiva formale e un credo religioso personale, soggettivo e etico. D. D. Palmer riaffermò che i chiropratici hanno un dovere morale e religioso, e termina l'ultimo capitolo affermando: "Correggendo queste dislocazioni di tessuto osseo, la matrice tensile del sistema nervoso, rivendico di rendere obbedienza, adorazione e onore all'Intelligenza Spirituale Onniscente, come pure alle porzioni individuali da essa separate; un dovere che devo a Dio e all'umanità. In accordo con tale scopo e fine, la Costituzione degli Stati Uniti e gli statuti personali della California conferiscono a me e a tutte le persone fedeli alla chiropratica, il diritto inalienabile di praticare la nostra religione senza restrizioni o interferenze."

Oppositori

D. D. Palmer incontrò opposizione e fu accusato di essere un raggiratore e un ciarlatano. Nell'edizione del 1894 del giornale locale, The Davenport Leader, scrisse: "un raggiratore del magnetismo ha l'assurda convinzione di poter curare i malati con le sue mani magnetiche. Le sue vittime sono psicolabili, ignoranti e superstiziosi, quegli stupidi malati per anni che si sono stancati di andare dal medico di base e vogliono ottenere la salute con una scorciatoia...egli trae sicuramente vantaggio dall'ignoranza delle sue vittime... il successo della sua attività dimostra cosa si può fare a Davenport, anche da un ciarlatano."

Citazioni

Le citazioni seguenti sono tratta dal libro di D. D. Palmer, L'aggiustatore del chiropratico (chiamato anche Il Libro della scienza, arte e filosofia della chiropratica. Il libro fu pubblicato nel 1910 dalla Casa Editrice di Portland a Portland, Oregon, e riedito nel 1966 dal suo pronipote, David. D. Palmer.

  • Malattia: "il tipo di malattia dipende da quale nervo è troppo teso o troppo lento."
  • Chiropratica per anomalie intellettive: "i chiropratici correggono le anomalie intellettive e somatiche."
  • Vita e Religione: "ho risposto alla domanda più antica: che cos'è la vita? il sistema dualistico mente-corpo, unito dalla vita intellettiva (l'anima), è la base di questa scienza biologica."
  • "non può esistere una cura senza un insegnamento"
  • "C'è una grossa differenza tra gli effetti di un trattamento e l'aggiustamento delle cause"


Bibliografia

1. Palmer D.D., The Science, Art and Philosophy of Chiropractic. Portland, Oregon: Portland Printing House Company, 1910.